Nozioni di base sulle parti in alluminio anodizzato: processo, vantaggi, suggerimenti per la progettazione e applicazioni   

L'anodizzazione è una delle finiture superficiali più comuni, in quanto protegge dalla corrosione, migliora le qualità estetiche e resiste ai graffi. L'anodizzazione è un processo di passivazione elettrolitica per ispessire lo strato di ossido sulla superficie del metallo. Poiché questo strato di ossido si trova naturalmente sulle leghe di alluminio, l'anodizzazione è più comunemente applicata alle superfici in alluminio e leghe di alluminio. Esistono processi di anodizzazione anche per titanio, zinco, magnesio, niobio, zirconio, afnio e tantalio.

Quando le parti in alluminio sono anodizzate, hanno un esterno duraturo e brillante, che le rende più durevoli per l'uso in varie applicazioni domestiche e industriali, come le pentole e il settore automobilistico. In questo articolo, esamineremo una guida essenziale che devi sapere sull'alluminio anodizzato.

Cos'è l'alluminio anodizzato?

L'alluminio anodizzato è alluminio che è stato trattato in superficie per produrre una finitura altamente durevole. È esteticamente più gradevole e ha proprietà anticorrosive superiori. Possiamo utilizzare un processo elettrochimico per produrre alluminio anodizzato. In questo processo, il metallo viene immerso in un serie di serbatoi, in cui in uno dei serbatoi lo strato anodico cresce direttamente dal metallo stesso.

Poiché questo strato anodizzato è formato dall'alluminio stesso, invece di essere verniciato o applicato, l'alluminio anodizzato è impermeabile a scheggiature, sfaldamenti e scrostamenti ed è più durevole di qualsiasi altro materiale comparabile. materiale sul mercato. L'alluminio anodizzato è tre volte più duro del materiale grezzo e 60% più leggero di metalli concorrenti come l'acciaio inox e il rame.

Le parti in alluminio anodizzato sono il materiale più utilizzato e prezioso nella produzione di migliaia di prodotti industriali e domestici. Pur avendo effetti duraturi sulle sue proprietà, il processo di anodizzazione mantiene l'aspetto naturale dell'alluminio.

Come anodizzare l'alluminio?

Prima di imparare ad anodizzare l'alluminio, è necessario capire come funziona l'anodizzazione. Il processo di anodizzazione appare complesso a causa dei molteplici processi elettrochimici che si verificano. È abbastanza facile ed economico. Di seguito sono riportati i passaggi generali del processo di anodizzazione.

How to anodise aluminum

Passo 1: Pulisci il metallo di alluminio e mettilo in una soluzione elettrolitica.

Il primo passo è pulire adeguatamente il metallo di alluminio, che viene poi accuratamente risciacquato. L'alluminio viene successivamente posto in una soluzione elettrolitica composta principalmente da acido solforico o cromico. Una soluzione elettrolitica è un liquido elettricamente carico contenente diversi ioni positivi e negativi che conducono la carica attraverso il mezzo.

Passo 2: Applicare una corrente elettrica continua e creare una reazione elettrochimica.

Quando viene applicata una carica positiva all'alluminio, esso funge da anodo, mentre le piastre sospese nella soluzione agiscono da catodo quando viene loro fornita una carica negativa. In tal modo, nella soluzione elettrolitica si forma un circuito elettrico che trasferisce la corrente dalla carica positiva a quella negativa.

Nell'anodizzazione, gli ioni positivi scorrono verso le piastre caricate negativamente al passaggio della corrente. Durante questo periodo, gli ioni di ossigeno vengono separati dall'acido elettrolitico e attaccati al pezzo di alluminio immerso nella soluzione elettrolitica. L'attaccamento degli ioni di ossigeno all'alluminio si traduce in uno spesso strato di ossido di alluminio, che può aumentare la durata, migliorare l'aspetto e aumentare la resistenza.

L'alluminio o qualsiasi altro metallo anodizzato può essere modificato modificando la natura dell'elettrolita, la temperatura dell'impostazione, la tensione utilizzata per far passare la corrente e la composizione della soluzione elettrolitica.

Il video qui sotto mostra come funziona l'anodizzazione dell'alluminio:

Quali sono i 3 tipi comuni di processi di anodizzazione?

Sulla base dei loro vantaggi unici e dell'acido elettrolitico utilizzato, esistono vari tipi di processi di anodizzazione dell'alluminio. I tipi comuni sono l'anodizzato con acido cromico di tipo I, l'anodizzato con acido solforico di tipo II e l'anodizzato con rivestimento duro di tipo III (o anodizzato duro).

Anodizzazione di tipo I – Anodizzazione con acido cromico

Il processo di anodizzazione di tipo I impiega acido cromico per formare un rivestimento sottile sulla superficie delle parti metalliche (fino a 0,0001 pollici). Anche se il Tipo I è il rivestimento di anodizzazione più sottile dei tre tipi principali, aumenta comunque la resistenza alla corrosione delle parti.

Il tipo I appare notevolmente più grigio e assorbe meno colore quando viene tinto, il che limita l'uso dell'anodizzazione all'acido cromico come finitura decorativa. Tuttavia, canodizzazione con acido cromico può essere tinto di nero per l'uso come rivestimento protettivo antiriflesso su alloggiamenti di componenti ottici. Anche l'anodizzato cromico tinto di nero sembra più chiaro (più grigio) del tradizionale anodizzato nero solforico.

Caratteristiche dell'anodizzazione dell'acido cromico:

  • Buono per l'incollaggio.
  • Non conduttore.
  • Può essere tinto di nero; altri colori non sono pratici.
  • Adatto per parti con tolleranze ristrette perché non cambia le dimensioni.
  • Adatto per parti e assiemi saldati.

Applicazioni di anodizzazione dell'acido cromico:

  • Come primer o base di vernice.
  • Componenti aerospaziali.
  • Componenti lavorati di precisione.
  • Componenti e assiemi saldati.

Anodizzazione di tipo II – Anodizzazione con acido solforico

Il metodo più utilizzato per l'anodizzazione è il processo con acido solforico. L'anodizzazione con acido solforico produce pellicole di spessore variabile da 0,0002 a 0,001 pollici. Lo spessore complessivo del rivestimento prodotto è una penetrazione di 67% nel substrato e un aumento di 33% rispetto alla dimensione iniziale della parte. È ideale per applicazioni che richiedono durezza e resistenza all'abrasione.

Nella realizzazione di finiture colorate su alluminio e sue leghe, la natura porosa dei film di acido solforico prima della sigillatura presenta un particolare vantaggio. L'ossido di alluminio poroso assorbe i coloranti in modo efficiente e la successiva sigillatura aiuta a evitare la perdita di colore in service. Alcuni colori includono nero, rosso, blu, verde, grigio urbano, marrone coyote e oro.

Anodized color

Caratteristiche dell'anodizzazione dell'acido solforico:

  • Più duro dell'anodizzazione con acido cromico.
  • Una finitura più chiara consente più opzioni di colore quando tinge.
  • Adatto per applicazioni che richiedono durezza e resistenza all'abrasione.
  • Meno costoso di altri tipi di anodizzazione in termini di prodotti chimici utilizzati, riscaldamento, consumo energetico e tempo necessario per ottenere lo spessore desiderato.
  • Il trattamento dei rifiuti è più semplice dell'anodizzazione cromica, che aiuta anche a ridurre i costi.

Applicazioni di anodizzazione dell'acido solforico:

  • Ferramenta meccanica.
  • Componenti ottici.
  • Armi militari.
  • Corpi valvole idrauliche.
  • Involucri informatici e elettronici.

Anodizzazione di tipo III - Anodizzazione dura (o anodizzazione dura)

Mentre l'anodizzazione del rivestimento duro viene tipicamente eseguita in un elettrolita a base di acido solforico, è sostanzialmente più spessa e denser rispetto all'anodizzazione dell'acido solforico. Rispetto al Tipo II, produce uno strato anodizzato più spesso (> 0,001 pollici). L'anodizzazione con rivestimento duro è destinata ai componenti in alluminio soggetti ad applicazioni di forte usura o ambienti corrosivi che richiedono un rivestimento più spesso, più duro e più duraturo.

Inoltre, può essere prezioso quando è richiesto un isolamento elettrico più eccellente. Poiché in alcune circostanze l'anodizzazione hardcoat può essere sviluppata fino a diversi millesimi, è un'opzione praticabile per il recupero di materiali danneggiati o lavorati in modo errato componenti.

Caratteristiche anodizzate Hardcoat:

  • Non conduttore.
  • Migliora la resistenza all'usura.
  • La finitura è più dura dell'acciaio per utensili.
  • Può essere rettificato o lappato.
  • Può riparare superfici usurate su alluminio.
  • Migliora la superficie delle parti per le applicazioni di scorrimento.
  • Può essere tinto di nero; altri colori sono meno decorativi.

Applicazioni anodizzate con rivestimento duro:

  • Camme
  • Ingranaggi
  • Valvole
  • Pistoni
  • Parti scorrevoli
  • Scudi esplosivi
  • Meccanismi a cerniera
  • Giunti girevoli
  • Piastre isolanti

Quale processo di anodizzazione dovremmo scegliere per il Parti in alluminio?

Considerando le diverse applicazioni delle parti in alluminio, decidere quale processo di anodizzazione utilizzare è un passaggio piuttosto importante. Quindi quale processo di alluminio anodizzato dovremmo scegliere? La tabella seguente confronta le differenze tra Tipo I, Tipo II e Tipo III.

Which Anodized Aluminum Process to Choose

Tipo I: Il tipo I applica l'acido cromico sulla superficie delle parti metalliche per formare un rivestimento sottile. Mentre l'anodizzazione sottile dell'acido cromico offre all'alluminio una protezione dalla corrosione uguale all'acido solforico più spesso e all'anodizzazione del rivestimento duro, se adeguatamente sigillata. Quindi è ideale dove è richiesta resistenza alla corrosione, come nella produzione di parti airplane.

Tipo II: Il tipo II applica acido solforico per formare uno strato superficiale leggermente più spesso sull'alluminio. Viene utilizzato per la produzione di beni di consumo, componenti aerospaziali, parti architettoniche e utensili da cucina.

Tipo III: Il tipo III è simile al tipo II, ma lo strato resistente alla corrosione risultante è più spesso. Di conseguenza, l'anodizzazione dura è perfettamente adatta per le parti che devono sopportare temperature estreme ed esposizione chimica. Ad esempio, i militari usano il Tipo III per fabbricare parti metalliche durevoli.

Questi tre tipi di processi di alluminio anodizzato hanno i loro vantaggi unici in diverse applicazioni. La scelta dipende principalmente dalle effettive condizioni del pezzo da progettare. Se ancora non riesci a decidere quale tipo di anodizzazione è più adatta al tuo progetto, LEADRP è qui per aiutarti sempre.

Come viene aggiunto il colore alle parti in alluminio anodizzato?

L'anodizzato è rinomato per la sua pigmentazione. Esistono diversi metodi per aggiungere colore all'alluminio anodizzato, ma i due più comuni sono la colorazione elettrolitica e la colorazione per immersione.

Colorazione elettrolitica

La colorazione elettrolitica è stata utilizzata per creare splendidi colori per le parti in alluminio anodizzato negli ultimi dieci anni. Dopo che l'alluminio è stato anodizzato, possiamo immergerlo in un'altra soluzione contenente sali metallici per avviare il processo di colorazione. Quindi fornire la corrente all'alluminio anodizzato con i pori ei sali metallici iniziano a riempire la base dei pori sul rivestimento.

La pigmentazione e il tono finali dell'alluminio sono determinati dai sali metallici utilizzati. Ad esempio, i sali di rame producono un colore rossastro. Il metodo di colorazione elettrolitica è ampiamente utilizzato perché il risultato è resistente ai raggi ultravioletti e ha effetti duraturi, in quanto i sali si depositano nei pori.

Immergere la colorazione

La colorazione per immersione può essere utilizzata per fornire un'ampia varietà di colori. In primo luogo, possiamo mettere la parte in alluminio appena anodizzata in una soluzione liquida di coloranti organici o inorganici. Dopo che lo strato poroso dell'alluminio ha assorbito il colorante, la superficie viene fatta gorgogliare in acqua per inibire ulteriori reazioni. Il metodo di colorazione ad immersione offre più opzioni di colore, ma il risultato finale non è resistente ai raggi UV e sbiadisce rapidamente nel tempo.

Dip Coloring

In che modo le parti in alluminio anodizzato ottengono un aspetto metallico?

L'alluminio anodizzato ha un distinto aspetto "metallico" dopo la colorazione. Due fattori causano questo. 

#1 Quando l'alluminio viene anodizzato e colorato, l'incisione elettrochimica degli ioni nell'alluminio lascia una superficie ruvida. I pori più profondi fanno apparire il rivestimento più metallico e il colore più duraturo.

#2 La struttura cristallina tridimensionale dell'ossido di alluminio rifrange e riflette distintamente la luce naturale. La luce colpisce l'alluminio anodizzato e interagisce in modo diverso con parti metalliche colorate e non. Come risultato delle loro interazioni con diverse superfici, la luce che raggiunge l'occhio ha diverse lunghezze d'onda. Questo distinto riflesso della luce conferisce all'alluminio anodizzato un caratteristico aspetto metallico che l'alluminio verniciato non può eguagliare.

How Does Anodized Aluminum Get a Metallic Look

Come sigillare l'alluminio anodizzato?

La sigillatura dell'alluminio anodizzato è il processo più critico per ottenere la durata desiderata dell'alluminio e una migliore funzionalità. Vari metodi vengono utilizzati per sigillare l'alluminio anodizzato, tra cui alta temperatura, media temperatura e sigillatura a temperatura ambiente o a freddo.

Sigillatura ad alta temperatura

Tradizionalmente, la sigillatura ad alta temperatura impiega acqua calda deionizzata, con o senza additivi, o un bagno di sale metallico ad alta temperatura. Questo bagno ottiene la sua tenuta attraverso l'idratazione del rivestimento anodico, che provoca il rigonfiamento e la sigillatura dello strato poroso. La sigillatura a caldo produrrà risultati sia per l'alluminio anodizzato non colorato che per le parti colorate elettroliticamente. Il mantenimento di una temperatura fino a 200ºF rende questo metodo di sigillatura piuttosto costoso.  

La sigillatura ad alta temperatura fa sì che le parti richiedano periodi di sigillatura e acqua deionizzata o distillata di alta qualità. Pertanto, questo metodo rende più possibile la sigillatura di fuliggine o formazione di fioriture. Alcuni additivi per bagni di sigillatura a caldo consentono l'uso di acqua di qualità inferiore a quella deionizzata e prevengono anche la formazione di residui di sigillatura.

Sigillatura a media temperatura

La sigillatura a media temperatura richiede meno tempo e può essere eseguita a temperature intorno ai 20-30ºF, che è inferiore a una sigillatura con acqua calda. Questo metodo offre vantaggi energetici e di costo rispetto alla sigillatura ad acqua calda. Sebbene i bagni di sigillatura a temperatura media possano essere più difficili da controllare analiticamente rispetto all'acqua calda, la prevenzione della formazione di macchie di sigillatura e l'aspetto uniforme del colore li rendono un'opzione ben bilanciata.

Temperatura ambiente o sigillatura a freddo 

Sigillatura a temperatura ambiente oa freddo di solito funziona a 75-85ºF e presenta un vantaggio rispetto ad altri metodi di sigillatura a causa dei suoi bassi costi energetici e consumi. La sigillatura a freddo utilizza una sostanza chimica al fluoruro di nichel per chiudere i pori mentre erode la superficie del rivestimento anodico. Questo metodo di sigillatura migliora l'adesione e l'incollaggio dell'alluminio anodizzato e diminuisce la probabilità di formazione di fuliggine di tenuta. Rsigillatura a temperatura ambiente oa freddo è l'opzione migliore se è richiesta la massima qualità di tenuta.

Quali sono i vantaggi dell'alluminio anodizzato?

L'alluminio è ampiamente utilizzato per le sue caratteristiche vantaggiose. Sebbene non arrugginisca, è comunque vulnerabile ad altre condizioni. Ad esempio, potrebbe deteriorarsi a causa dell'esposizione all'ossigeno. Rispetto all'alluminio standard, l'alluminio anodizzato offre diversi vantaggi, quali:

Attrazione estetica

Il metallo anodizzato conferisce un fascino estetico a qualsiasi oggetto. L'alluminio anodizzato assume una nuova brillante tonalità argento se lasciato al naturale e può essere anodizzato con finitura opaca o brillante. Puoi anche scegliere una texture su misura come stucco, spazzolato o tono ghiaia per dare al tuo prodotto un aspetto e una sensazione distinti.

Migliora le proprietà dei materiali

L'alluminio è un materiale robusto, ma il processo di anodizzazione rende la sua superficie molto più resistente. L'alluminio anodizzato ha una superficie tre volte più resistente rispetto all'alluminio standard ed è impermeabile a scheggiature, scaglie e sbucciature, anche se colorato. Il prodotto non arrugginirà mai, patina o intemperie. L'alluminio anodizzato è uno dei metalli più durevoli e adattabili del mercato.

Sicurezza

Poiché l'anodizzazione è una modifica naturale del processo di ossidazione, non è affatto pericolosa per la salute umana. Non è tossico, non si decompone e ha un'elevata stabilità. L'anodizzazione è una procedura chimica, ma non produce sottoprodotti pericolosi.

Suggerimenti per la progettazione dell'alluminio anodizzato

Potrebbe non essere difficile imparare come anodizzare le parti in alluminio. Tuttavia, i seguenti suggerimenti renderanno il processo più fluido, soprattutto se sei un principiante. Ecco alcuni preziosi consigli per aiutarti.

#1 Bordi E Angoli

Un importante suggerimento progettuale per il processo di anodizzazione è garantire che tutti i bordi e gli angoli del pezzo abbiano raggi di almeno 0,5 mm. Inoltre, dovremmo evitare sbavature nei progetti delle parti. Queste considerazioni progettuali aiutano a prevenire il surriscaldamento del pezzo in lavorazione causato da un'elevata concentrazione di corrente elettrica.

#2 Attenzione alle tolleranze

Se intendi anodizzare la tua parte in alluminio, tieni presente che il processo aggiungerà un certo spessore alla parte perché il processo di anodizzazione può influire sulle tolleranze dei componenti. Considerare l'anodizzazione di tipo I o di tipo II se sono richieste tolleranze ristrette. Puoi anche considerare il livello aggiuntivo durante la fase di progettazione.

#3 Utilizzando in anticipo un altro processo di finitura

L'anodizzazione è un processo di passivazione elettrolitica. Di conseguenza, non produce gli stessi risultati della sabbiatura o della lucidatura. Se un alluminio parte lavorata è anodizzato immediatamente, è probabile che alcuni segni o graffi della macchina rimangano sulla superficie del pezzo completato. Di conseguenza, se si desidera una superficie perfettamente uniforme finitura superficiale anodizzazione, può essere vantaggioso utilizzare prima la lucidatura, la sabbiatura o un processo di finitura meccanica simile. 

#4 Anodizzato in piccoli lotti

Si consiglia di anodizzare i componenti o i prodotti in alluminio in piccole quantità se li si sta colorando. Ciò garantisce una maggiore uniformità del colore, poiché potrebbe essere difficile far corrispondere con precisione un colore da un lotto all'altro. La consistenza del colore si ottiene al meglio anodizzando simultaneamente un piccolo lotto di piccole parti.

Quali sono le applicazioni per l'anodizzazione dell'alluminio?

L'anodizzazione è un processo di finitura economico e di alta qualità. Pertanto, è ampiamente utilizzato in molti settori.

Medicina e salute

Le proprietà antimicotiche e anticorrosive dell'alluminio anodizzato lo rendono ideale per apparecchiature odontoiatriche e mediche. L'attrezzatura è comune nei reparti di emergenza, nelle sale operatorie e negli studi medici. Gli strumenti medici e dentistici richiedono una disinfezione regolare; quindi l'alluminio anodizzato è il materiale preferito poiché può essere rielaborato nuovamente senza sfaldarsi o arrugginirsi.

Alimenti e imballaggi

L'alluminio anodizzato è perfetto per l'industria alimentare e dell'imballaggio perché è impermeabile, facile da pulire, non si sfalda e resiste ai funghi. Nelle industrie alimentari e degli imballaggi, gli usi tipici includono la produzione di teglie, griglie, fornelli, pentole, attrezzature da cucina e produttori di ghiaccio.

Prodotti elettronici

L'alluminio anodizzato viene utilizzato per fabbricare centinaia di prodotti elettronici critici con un'eccezionale resistenza alla temperatura. Nell'industria elettronica, l'alluminio anodizzato viene utilizzato in computer, telefoni, sistemi di gioco e pannelli solari.

Industria aerospaziale

L'alluminio anodizzato fornisce tutte le proprietà richieste dall'industria aerospaziale, tra cui resistenza alla corrosione, bassa densità, resistenza allo sfaldamento e durata in ambienti estremi. Anche la NASA utilizza l'alluminio anodizzato per produrre una vasta gamma di apparecchiature spaziali, come corrimano e attacchi.

Conclusione

Le parti in alluminio anodizzato sono estremamente resistenti e robuste. Grazie alla sua capacità di migliorare la resistenza all'abrasione e alla corrosione, questo processo è perfetto per le parti che verranno utilizzate in condizioni ostili. E offre anche un eccellente isolamento termico per le parti metalliche. L'alluminio anodizzato renderà le parti metalliche più durevoli delle parti non trattate. Il rivestimento anodizzato è molto più sottile delle vernici e delle polveri, ma fornisce una superficie molto più dura.

L'alluminio anodizzato può essere una parte straordinaria del tuo progetto o prodotto, sia che tu stia progettando imponenti grattacieli e strutture, opere d'arte, l'ultima linea di veicoli di lusso o elettrodomestici di fascia alta. Il processo di anodizzazione è sicuro per l'ambiente e offre una finitura di bellezza e durata impareggiabili.

LEADRP fornisce da molti anni service anodizzati di alta qualità. E sono stati costruiti impianti moderni per gestire progetti a basso volume fornendo cicli di produzione su vasta scala. Per vedere se l'anodizzazione è la migliore soluzione di finitura per il tuo pezzo o prodotto, contatta il team LEADRP. 

Riferimento

1. Anodizzazione Da Wikipedia

2. Cos'è l'alluminio anodizzato?

3. Il Consiglio degli anodizzatori di alluminio

4. Anodizzazione – Da Anoplate

5. Selezione del miglior processo di tenuta anodizzata – Dalla finitura dei prodotti

6. Anodizzazione dell'alluminio – Da Idro

FAQ

L'anodizzazione è un processo elettrochimico che trasforma la superficie del metallo in una finitura di ossido anodico decorativa, duratura e resistente alla corrosione. Sebbene anche il magnesio e il titanio possano essere anodizzati, l'alluminio è adatto per il processo.

La corrosione atmosferica può essere diminuita ma non eliminata anodizzando una superficie di alluminio. L'anodizzazione produce un sottile strato di ossido di alluminio che si deteriora nel tempo. A seconda dello spessore e della qualità dell'anodizzazione, la superficie dovrebbe durare 10-20 anni.

Entrambi i tipi di pentole sono sicuri. Tuttavia, l'acciaio inossidabile rimane sicuro in termini di deterioramento, mentre l'alluminio anodizzato può reagire con alimenti acidi se il rivestimento è danneggiato.

La semplice risposta è sì, ma per saldare le estrusioni anodizzate è necessario eliminare lo strato anodico attorno alla saldatura che non è esteticamente gradevole.

Si consiglia di pulire le superfici anodizzate con una spugna abrasiva antigraffio e un sapone neutro. Detergenti aggressivi acidi o alcalini non sono raccomandati perché potrebbero macchiare o distruggere la finitura.

I progressi tecnologici nel processo di anodizzazione hanno aumentato la consistenza del colore del rivestimento anodizzato, tuttavia potrebbero esserci ancora alcune variazioni da un foglio all'altro.

Produzione su richiesta Service

LEADRP fornisce service di prototipazione e produzione su richiesta, inclusi Lavorazione CNC, lavorazione della lamiera, costume utensili, stampaggio a iniezione, colata di uretano, E Stampa 3D. Con LEADRP, puoi risolvere qualsiasi sfida durante lo sviluppo e la produzione del prodotto. Clicca per parlarci del tuo progetto o contattaci per maggiori informazioni.

From Design to Prototype
it_ITIT
Tabella dei contenuti
Scorri in alto

Rendiamo i tuoi prodotti personalizzati migliori e più veloci

Che si tratti di un prototipo realizzato una tantum o di una produzione in serie di migliaia, LEADRP è pronta a supportare il tuo progetto. Raccontaci il tuo progetto e ti contatteremo entro 12 ore.

Tutti i caricamenti sono sicuri e confidenziali, fai clic per controllare il nostro Politica di protezione della proprietà intellettuale. Puoi anche contattarci (service@leadrp.com) di firmare un NDA prima di inviarci qualsiasi file di design. Se viene richiesto che il formato del file non supporta il caricamento, comprimere il file in un file zip prima di inviarlo.